Cerca
  • Fabio Micali

La legittima difesa


La recente riforma sulla legittima difesa ha previsto la modifica degli articoli 52 e 55 del Codice Penale. In estrema sintesi, e’ stato stabilito che la proporzionalità tra la difesa e l’offesa è sempre presunta, quando la persona offesa subisca l’aggressione presso la propria abitazione, o anche in un negozio o in ufficio. La nuova legge ritiene pertanto proporzionata qualunque tipo di reazione, a prescindere dall’attualità del pericolo, ovvero se il rapinatore quando agisce sia armato oppure no. La nuova legge ha anche inasprito le pene previste dall’articolo 614 del Codice Penale per la violazione di domicilio e quelle indicate dall’articolo 624 del Codice Penale per il furto con strappo.

Numerose polemiche si sono sollevate in campo politico sulla riforma della legittima difesa; solo il tempo e la Giurisprudenza che si formerà nei nostri Tribunali, potranno svelare l’effettiva bontà del nuovo impianto normativo che, a parere dello scrivente, tende a tutelare in modo più adeguato e serio, le vittime di ignobili aggressioni.

0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Social Icon

© 2011 Studio Legale Internazionale Micali - Via Archimede, 122 - 00197 Roma - Tel. 06.8084548.