Cerca
  • Fabio Micali

Attenzione alle truffe con gli assegni

Aggiornato il: 3 giu 2019



Purtroppo sono in aumento le vittime di truffe mediante l’uso improprio di assegni. Il primo consiglio che rivolgo ai miei clienti quando vogliono concludere affari, e’ di verificare sempre attentamente l'identità dei propri interlocutori. I pagamenti con assegni circolari devono essere effettuati solo quando si e’ sicuri della transazione e soprattutto senza mai trasmettere in anticipo al venditore la fotografia dell’assegno circolare. Sono frequenti i casi di clonazione di assegni falsificati, grazie ai dati ottenuti dalle immagini degli assegni circolari emessi dalle banche. Il truffatore una volta duplicato l’assegno, lo incasserà attraverso un conto corrente aperto sotto falsa identità. In questi casi eventuali reclami formulati alla propria banca, avranno conseguenze incerte; un‘azione risarcitoria intrapresa con la necessaria assistenza di un avvocato, potrebbe infatti indurre il Giudice ad emettere una Sentenza nella quale riconosca solo un risarcimento parziale a carico della banca in favore del truffato. A parere del Giudice, la vittima inviando la fotografia dell’assegno senza le opportune accortezze, avrebbe inconsapevolmente agevolato la commissione del reato previsto dall’art. 640 del Codice Penale, da parte di soggetti ignoti, e ciò anche in danno della banca che ha emesso e successivamente pagato l’importo indicato nell’assegno circolare clonato dal truffatore.


0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Social Icon

© 2011 Studio Legale Internazionale Micali - Via Archimede, 122 - 00197 Roma - Tel. 06.8084548.